2007-06 Che cosa significa libero accesso

(Traduzione da Socialist Standard, giugno 2007)

I socialisti spesso descrivono il socialismo come una società dove ci sarà libero accesso, ma questo che cosa potrebbe significare in termini concreti?

Il socialismo sarà una società di libero accesso a ciò che è prodotto. Questo non significa che l’alcol sarà reso disponibile ai bambini o che chiunque sarà in grado di procurarsi delle armi. Ma che non ci saranno denaro, carte di credito o libretti degli assegni, non ci sarà nessuna barriera artificiale che impedirà alle persone di avere ciò che avranno deciso di volere. Ma come funzionerebbe il libero accesso, e porterebbe a una lotta per accaparrarsi i prodotti e a caos poiché le persone prenderebbero sempre di più?

Non ha importanza se si chiameranno negozi, botteghe o grandi magazzini, ma ci saranno luoghi dove le persone andranno per fare raccolta di beni. Siano essi prodotti alimentari, vestiti, aggeggi elettronici o qualunque cosa, questi luoghi saranno per certi aspetti simili ai negozi che esistono oggi ma per altri aspetti saranno piuttosto differenti. Non ci saranno le etichette dei prezzi, le casse o le guardie di sicurezza. Non ci saranno le offerte prendi tre e paghi due, non ci saranno le promozioni piene di colore che cercano di spingerti a comprare certi beni. Probabilmente ci saranno ancora i commessi, il cui compito sarà veramente quello di assistere le persone piuttosto che cercare di convincerle ad acquistare. Ci sarà ancora una vasta possibilità di scelta, e probabilmente di scelta più reale di quella che esiste oggi, quando si può « scegliere » tra masse di prodotti quasi identici. Se si vorrà del cibo, senza dubbio si andrà con una lista della spesa e si avrà cura di mettere ciò che si vuole nel carrello. E poi si andrà subito via, dal momento che non si dovrà pagare nulla.

Un’altra grande differenza tra i negozi di oggi e i grandi magazzini del futuro socialista interesserà la qualità di ciò che contengono. Ogni cosa sarà della migliore qualità, poiché produzione per l’uso significa che non ci sarebbe nessun motivo per produrre cibo economico o beni scadenti. Oggigiorno, i prodotti economici e insapori sono per quelli che non possono permettersi di acquistare il meglio, un’idea che sarà completamente estranea nel socialismo. Un marchio o un logo « prestigioso » non sarà usato per gonfiare il prezzo di qualcosa o per condizionare il consumatore.

L’avere solo il meglio non significa che si mangerà sempre caviale, semplicemente che – perfino se si prenderanno salsicce e purè a merenda – si avrà il meglio di quel tipo di prodotto. Mobili o TV non saranno più progettati per logorarsi: un uso sensibile delle risorse comporterebbe che le cose sarebbero prodotte per durare ed essere riciclate per quanto possibile.

L’obiezione tipica alla descrizione socialista del libero accesso affonda le sue radici in una visione della natura umana. Le persone continuerebbero a prendere, potrebbe essere sostenuto, senza tener conto di ciò che veramente vogliono. Ma un minimo sforzo mentale mostrerebbe che questa obiezione fa acqua da tutte le parti. Tanto per cominciare, le persone che vivranno nel socialismo saranno convinte della superiorità di questo modo di organizzare la società e non agirà contro i suoi interessi. E inoltre, si pensi a quante cose si consumano e se si beneficerebbe veramente dal farne provvista. La maggior parte delle persone può consumare giustamente solo limitate quantità di latte, di pane o di carta igienica e non avrà bisogno di tenere le credenze piene di ognuno di essi. Perfino in questi tempi di freezer domestici, dove le persone vi conservano del cibo, esse non tengono massicce quantità di prodotti. In una società di libero accesso, si sarà sempre in grado di ottenere più burro o cibo per cani dal punto di distribuzione locale, quindi non si avrà bisogno della propria montagna di entrambi.

Ma non ci sono altri beni per i quali queste considerazioni non varranno? Beh, di nuovo, le persone non avranno bisogno di diverse automobili o di dieci tavoli da sala da pranzo. Ci sono probabilmente degli articoli che le persone potrebbero benissimo volere in grandi quantità: senza dubbio varierà da individuo a individuo, ma i vestiti, i libri, i CD e i DVD potrebbero essere dei buoni esempi. In alcuni casi, la produzione di ulteriori copie (diciamo di un CD) richiede un extra molto piccolo di risorse. Ci potrebbero benissimo essere biblioteche pubbliche di prima classe o ampi progetti di riciclaggio di libri, che preverrebbero il desiderio di possedere copie individuali di alcuni libri. E l’abbigliamento non sarà soggetto ai ghiribizzi della moda come avviene ora, quindi le persone non vorranno nuovi corredi ogni anno. In generale, l’intera idea secondo cui il consumismo e il possedere rendono felici, non sarà valida.

Il punto non è che noi possiamo spiegare nel dettaglio ora come la domanda per ogni articolo sarà soddisfatta nel socialismo. Piuttosto, possiamo solo disporre alcuni principi generali riguardo a come il libero accesso funzionerebbe e suggerire che le obiezioni a esso riguardanti la natura umana sono basate sulla visione molto ristretta di come gli esseri umani si comportano sotto il capitalismo. La combinazione tra la coscienza socialista e il buon vecchio senso comune assicurerà che le persone prenderanno ciò di cui avranno bisogno piuttosto che tutto quello che sarà disponibile o tutto quello che potranno portare con sé.

Una società di libero accesso, quindi, significherà quello che dice. Le persone selezioneranno i loro bisogni alimentari settimanali e porteranno a casa ciò che avranno scelto, senza che qualcuno chieda loro di pagare. Sceglieranno i vestiti, i mobili, gli attrezzi sportivi, i tosaerba allo stesso modo. E sapranno che niente di ciò che staranno mangiando o usando sarà pericoloso o sgradevole, che niente sarà stato prodotto in un modo ecologicamente ostile o per fare un profitto per pochi piuttosto che soddisfare i bisogni dei molti.

Paul Bennett

Laisser un commentaire

Choisissez une méthode de connexion pour poster votre commentaire:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s


%d blogueurs aiment cette page :